Coronavirus, dal 18 maggio le regioni decideranno cosa aprire

ROMA – Il governatore della Liguria, Giovanni Toti, ha scritto su Twitter che il premier Giuseppe Conte avrebbe accolto la richiesta delle Regioni sulla Fase 2. Dal 18 maggio saranno le regioni italiane a decidere quali attività fare riaprire e quali no.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

“Il governo farà le sue proposte – scrive Toti – e queste verranno integrate da quelle degli enti locali. Insieme porteremo avanti il monitoraggio della situazione. Avanti con buon senso! Ripartiamo insieme”.

Le regioni, quindi, non avranno solo più la possibilità di aggiungere restrizioni ai DPCM ma, da lunedì, potranno toglierne rispetto a quanto indicato dal Governo centrale nei DPCM.

Il Governo italiano, però, avrà la possibilità di intervenire qualora, in base all’andamento dei dati sulla curva del contagio e dei criteri definiti dalla circolare del ministero della Salute, fosse necessario bloccare una nuova diffusione del virus.

Print Friendly, PDF & Email