Coronavirus, il Premier Conte chiude totalmente l’Italia

ROMA – Nell’ormai consueta conferenza stampa delle 23:30 del sabato sera il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha annunciato le nuove misure per combattere il coronavirus.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

È la crisi più difficile che il nostro Paese abbia attraversato dal secondo dopoguerra. Dobbiamo continuare a rispettare le misure severe e resistere. Il nostro sacrificio di rimanere a casa è minimo confronto a quello di tutti gli operatori sanitari e a tutte le categorie impegnate nel gestire l’emergenza continuando a lavorare. Ma annunciamo un nuovo passo: chiuderemo ogni attività produttiva non essenziale. Abbiamo attentamente selezionato le categorie di attività che continueranno ad essere operative. Consentiremo solo le attività produttive ritenute comunque rilevanti per la produzione nazionale ”.

Si ferma, quindi, tutta l’Italia. Chiusi gli uffici, gli studi professionali e le fabbriche che non producono beni di prima necessità. Aperti, invece, i supermercati e i negozi di alimentari senza restrizioni.

Non deve esserci la corsa ai supermercati – ha spiegato il Premier – perché continueranno ad essere aperti senza limitazioni di orario. Continueranno a funzionare tutte le attività essenziali (farmacie, poste, assicurazioni, ecc). È una decisione necessaria che ci prepara al picco dell’emergenza. Un’emergenza sanitaria che si sta tramutando in emergenza economica. Ma lo stato c’è, oggi e domani. Ora dobbiamo pensare a fermare il contagio. Queste misure importanti e forti ci preparano ad un nuovo slancio nel futuro. Uniti ce la faremo”.

Queste misure resteranno in vigore fino al 3 aprile.

Print Friendly, PDF & Email