Filippo Tortu: “Le Olimpiadi? Ti giochi 4 anni di lavoro per preparale”

Nel corso della trasmissione speciale su Sanremo 2020 in onda sull’emittente tortonese Radio PNR è intervenuto in diretta il centometrista Filippo Tortu.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Sono qui ospite di Radio Italia – ha esordito l’atleta –. Sono venuto l’anno scorso e sarò qui per tutta questa settimana. Devo dire che Sanremo fa un effetto particolare. L’anno scorso mi era piaciuto davvero tanto e quest’anno mi reputo molto fortunato ad essere di nuovo qua”.

Tortu ad agosto sarà impegnato per le Olimpiadi di Tokyo, una competizione che il giovane ha sempre sognato fin da piccolo. “Quest’anno – continua Tortu incalzato dalle domande del giornalista tortonese –ci sono le Olimpiadi. Ad agosto iniziano. Il 1º agosto ci saranno i 100 metri. Sono molto determinato. È il sogno di una vita e quindi incrociamo le dita ed aspettiamo”.

Filippo è un centometrista e di conseguenza la sua gara durerà una manciata di secondi. “Purtroppo – prosegue – non c’è il tempo di pensare. Ci si gioca quattro anni di allenamenti per prepararle. Non puoi sbagliare nulla in quei dieci secondi e poi, comunque, sono la passione che ho sin da bambino. È il mio sogno, quindi ti giochi più di semplici allenamenti”.

Concludendo il collegamento in diretta da Sanremo ha detto ivelqto i suoi gusti musicali. “Sono molto appassionato di musica italiana – ha concluso l’atleta –. Il mio preferito in assoluto è Battisti e mi piacciono molto anche Patty Pravo e Paolo Conte. Quindi ho gusti classici”.

Print Friendly, PDF & Email