La PolFer rintraccia una donna in gravidanza

La pattuglia della Sezione Polizia Ferroviaria di Alessandria, durante il servizio di vigilanza che stava svolgendo all’interno della stazione, nel pomeriggio della vigilia di Natale, notava una donna che indossava un giubbotto nero e collants neri senza avere ulteriori indumenti.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Alla stessa, in evidente stato confusionale e infreddolita veniva chiesto di seguire gli agenti negli uffici Polfer con la promessa che le sarebbe stato offerto un caffè. La stessa acconsentiva serenamente; veniva quindi fatta accomodare vicino a un termosifone e le veniva offerta una fetta di panettone e un caffè come promesso. Sul viso della ragazza tornava il sorriso e così consegnava agli operatori il suo documento.

Pian piano la donna faceva intendere che poteva esser in stato di gravidanza e che era in cura  ma non aveva più i medicinali salvavita ; considerata la situazione, interveniva personale del 118, e la donna veniva trasportata presso il locale nosocomio al fine di essere affidata alle cure dei sanitari.

Si tratta di una giovane donna polacca, senza fissa dimora, abbandonata dal compagno, che sarà poi seguita dai servizi sociali al fine di darle sostegno durante questa fase delicata della sua vita.

Print Friendly, PDF & Email