For.al, il 31 dicembre scadrà il mandato triennale della presidenza di Enrica Bosio

“Un triennio che ha ‘rivoluzionato’ il For.Al, avviando un percorso di razionalizzazione dei costi e di taglio di alcune spese gestionali, e che ci ha portato ad avere un bilancio in positivo”. Così Enrica Bosio, presidente del For.Al, il cui mandato triennale scadrà alla fine di dicembre.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

“Il trend positivo – prosegue Enrica Bosio tracciando un bilancio del suo triennio alla guida del consorzio – dopo aver attraversato, in precedenza, un periodo difficile, ci ha consentito di investire in laboratori d’avanguardia, partendo dalla sede di Valenza, che è il nostro gioiello, che aveva bisogno di una modernizzazione (vedi nuovo laboratorio di incastonatura e micro incastonatura con microscopio binoculare e sfere) e per la quale l’Ime (Istituto mestieri d’Eccellenza) è un valore aggiunto. Poi Alessandria, con la nuova sede in Palazzo Pacto, più funzionale e dedicata alla formazione degli adulti ed al prelavorativo, e la stretta collaborazione con la Camera di Commercio e il Comune per i corsi di commercio internazionale e sul turismo, senza dimenticare l’acquisto dei locali, nello stesso edificio, destinati alla sede amministrativa. A Casale Monferrato è stato inaugurato il nuovo laboratorio di acconciatura e, grazie alla strettissima collaborazione con il Comune, verrà avviato un  progetto sull’autismo ed una start up sul turismo. Una sede con potenzialità enormi è poi quella di Novi Ligure, con i due corsi triennali per ragazzi, importanti per fronteggiare il fenomeno dell’abbandono scolastico, il nuovo laboratorio ‘PLC automazione e fotovoltaico’ e l’aula informatica per Cad, dove è intenzione potenziare i corsi di formazione rivolto all’industria del novese e dell’alessandrino”.

I corsi For.Al registrano ottimi risultati sotto il profilo dell’occupabilità, dal momento che la percentuale media è del 70%, con punte massime che rasentano il 100% a Valenza.

“Questo trend positivo – prosegue soddisfatta Enrica Bosio – è nato dal lavoro si rete del CdA con direttore generale, direttrici di sede e con i dipendenti, ed è scaturito non solo nei buoni risultati, ma anche in un legame più stretto tra i soci che oggi si sentono parte di un’unica grande famiglia. Credo che il For.Al abbia nelle sue risorse umane una potenzialità enorme, che va sviluppata per far si che si possa crescere ancora e continuare ad essere un valido supporto al tessuto economico sociale dell’alessandrino”.

Per il futuro il massimo amministratore For.Al auspica un ampliamento dell’operosità delle agenzie del lavoro, concentrandosi maggiormente sui bandi, uno sviluppo e una migliore organizzazione del marketing e della comunicazione e, dinanzi ai risultati del triennio che giudica “incontrovertibili”, sottolinea che “sarebbe positiva una continuità nelle linee programmatiche tracciate; per me è un onore e un orgoglio lavorare per For.Al” e coglie l’occasione per “augurare a dipendenti, soci e consiglieri un buon Natale e un felice anno nuovo”.

Print Friendly, PDF & Email